Scegli cosa vedere sulla mappa

Logo Romarch

Via Portuense

Esplora la mappa, troverai l'informazione che cercavi!

Si estende in verticale costeggiando il fiume Tevere. Immersi in un’aura di mistero, la via Portuense offre una passeggiata tra le più diverse tipologie di sepolcro, databili a differenti periodi. Iniziando il percorso da nord verso sud, giacciono le Catacombe di Ponziano, situate nel moderno quartiere Gianicolense; proseguendo lungo la via, nel cuore dell’attuale quartiere Portuense, troviamo la Necropoli di Villa Pia, ampio complesso funerario del I secolo d.C., i resti di un sepolcreto, i resti di un ipogeo e quelli di un sito necropolare. Proseguendo si incontra un mausoleo romano del I secolo a.C., chiamato Trullo dei Massimi, che giace sulle sponde del Tevere, e, paralleli a via della Magliana, giacciono i resti delle Catacombe di Generosa, cimitero cristiano e luogo di sepoltura di martiri vittime delle persecuzioni di Diocleziano.

La via Portuense, progettata per collegare la città di Porto a Roma, fu fatta costruire dall’imperatore Claudio – colui che nel 42 d.C. aveva fatto erigere il nuovo porto sul mare – in sostituzione della meno diretta via Campana Portuense (l’odierna via della Magliana) con cui coincideva fino all’attuale Pozzo San Pantaleo.

#rmagportuense
Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

IN COLLABORAZIONE CON

Logo Forma Urbis

CON IL SOSTEGNO DI

Logo ACEA Logo SIAED